cinghia di distribuzione

Cinghia di distribuzione: quando bisogna sostituirla?

Cinghia di distribuzione: quando bisogna sostituirla?

E’ uno degli organi più importanti del motore: la cinghia di distribuzione ha l’importante ruolo di sincronizzare il movimento dell’albero motore con quello dell’albero a camme, per questo la rottura della cinghia può comportare dei gravissimi inconvenienti e mettere in serio pericolo la vita del motore.

Molti automobilisti ignorano l’esistenza, soprattutto quelli meno esperti, trascurandone la manutenzione stessa: il cambio della cinghia  di distribuzione è essenziale e dev’essere fatto periodicamente.

Data l’estrema importanza di questo componente nei motori, capiamo quanto costa cambiare la cinghia di distribuzione e tutti i consigli da sapere per rendere ogni automobilista più consapevole e preparato.

La cinghia è composta da un materiale gommoso ed elastico rinforzata con parti d’acciaio per resistere a sforzi e sollecitazioni meccaniche a cui viene sottoposta di continuo che comporterebbero altrimenti alterazioni e danni alla struttura.

In caso di rottura…

Nel caso in cui la cinghia di distribuzione dovesse rompersi, i principali componenti a subire danneggiamenti saranno le bielle, i pistoni e le valvole.

Rompendosi, la cinghia causa una sfasatura o il disallineamento dei due alberi connessi con conseguenze molto spesso irreparabili.

Per questo motivo non bisogna mai trascurare la manutenzione e il controllo della cinghia di distribuzione in quanto il suo funzionamento è di vitale importanza per l’andamento dell’automobile.

Dove si trova la cinghia di distribuzione…

La cinghia si trova all’interno del motore, in testa, solitamente sul lato destro.

Il posizionamento può variare in base alla Casa di produzione dell’automobile e del modello di vettura.

A seconda della posizione in cui si trova la cinghia cambia anch il tipo di itnervento di manutenzione e riparazione da effettuare.

Si tratta infatti di un processo a fasi: innanzitutto è necessario staccare la batteria, smontare la testata del motore, bloccare le pulegge dell’albero motore e dell’albero a camme, togliere le candelette.

Operazioni che devono essere effettuate in sequenza, una dopo l’altra, in totale sicurezza, per ottenere ottimi risultati.

Quando si cambia la cinghia di distribuzione?

Dopo aver percorso una distanza tra i 100.0000 e i 180.000 km oppure dopo 5 o 6 anni di utilizzo.

Sulle auto con motore a Diesel i tempi possono cambiare aspettando i 180.000 km o i 10 anni di utilizzo del veicolo.

Tutto comunque dipende dall’utilizzo che si è fatto del mezzo. Sul libretto di manutenzione sono comunque segnalate le indicaizoni da seguire negli anni e nel chilometraggio per cambiare la cinghia di distribuzione, stabilite su parametri standard o su una conduzione con usura maggiore.

Quanto costa cambiare una cinghia di distribuzione?

Di solito, le officine stabiliscono il prezzo per il cambio e la manodopera compresa intorno ai 450- 650€ ( calcolato su una macchian di medie dimensioni).

Di questa cifra non è compresa solo la cinghia ma anche un’eventuale sostituzione di componenti accessorie, come ad esempio:

  • I cuscinetti in cui scorre la cinghia;
  • La cinghia dei servizi e tenditore;
  • La pompa dell’acqua.

Devi cambiare la cinghia di distribuzione? passa da Diesel Service, l’officina punto di riferimento della provincia di Rovigo.

Troverai personale specializzato e pronto ad interventire per la tua auto!

Richiedi un appuntamento online!

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *